Home » Urbanistica – Mobilità

Urbanistica – Mobilità

mobilitaUna città di qualità non può prescindere da una programmazione territoriale e urbanistica di qualità che veda il contributo dei cittadini esprimersi direttamente.

La città deve essere aperta al futuro, e orientarsi nella direzione dell’innovazione, della sostenibilità e degli approcci alla Smart City. Allo stesso tempo la città deve individuare i suoi limiti, utilizzare in modo efficiente tutti gli spazi finora occupati, avere rispetto del territorio nel suo complesso, della storia e della cultura millenaria, armonizzando i luoghi dell’abitare, del lavorare, del vivere.

Le nostre proposte:

  • Cemento Zero. Vogliamo limitare del tutto le nuove espansioni edilizie, che portano all’impermeabilizzazione e alla perdita di terreni preziosi per l’agricoltura. Vogliamo invece ristrutturare e migliorare il costruito esistente;
  • Rigenerazione urbana. Realizzare politiche di incentivo alla riqualificazione energetica ed estetica degli edifici esistenti. Più qualità abitativa, meno sprechi, più bellezza;
  • Massimo utilizzo. Ridurre il numero di locali non abitati migliorando il coordinamento da parte del comune, limitando così l’espansione urbana e semplificando la mobilità;
  • Carpi Smart City. Integrare strumenti di innovazione tecnologica e organizzativa per migliorare il benessere dei cittadini;
  • Partecipazione. Coinvolgere i cittadini in modo diretto nella pianificazione della cosa pubblica attraverso i sistemi del coinvolgimento democratico e della progettazione partecipata.

La Mobilità è un bisogno dell’uomo necessario per lo svolgimento delle sue principali azioni quotidiane e per raggiungere la condizione di felicità.

Lavoro, relazioni, svaghi, consumo sono le principali aree per cui la mobilità è centrale. Si definisce “Mobilità sostenibile” l’obbiettivo per cui ogni spostamento deve essere effettuato nella coscienza del minor consumo di risorse possibile, con la consapevolezza che questa parentesi è necessaria per soddisfare un bisogno, quindi non lo deve compromettere, anzi, il viaggio in sé deve essere parte integrante della sua soddisfazione.

Obiettivo

Dare un’alternativa ai cittadini per far sì che possano modificare il loro “Sistema di Mobilità” e poter vivere questo bisogno in maniera sana e soddisfacente per se stessi e per la Comunità.

Proposte

Cultura: lavorare sulla consapevolezza del singolo rispetto alle tematiche legate alla mobilità. Coadiuvare il processo di revisione e verifica del modo in cui si concepisce e si attua la mobilità, sia per quanto riguarda i cittadini che per quanto riguarda le imprese.

  • Tutor per Mobilità;
  • Eventi riguardanti la mobilità;
  • Verifica effettivi tempi spostamento;
  • Punti informativi sul territorio;
  • Coinvolgimento delle imprese;
  • Campagne informative mirate;
  • Assicurare Servizi pubblici decorosi.

Strutture: deciso indirizzamento degli sforzi per migliorare la ciclabilità delle strade, per dare spazio ai pedoni, per rendere l’utilizzo del servizio pubblico integrato e preferibile a quello privato basato sull’auto. Gli interventi per migliorare lo scorrimento del traffico saranno messi in coda rispetto alle iniziative per far si che il traffico si riduca.

  • Gabbie di custodia per Biciclette;
  • Targa bici;
  • Pensiline coperte alle fermate dei bus;
  • Studio della mobilità intercomunale comprensiva di creazione di parcheggi scambiatori;
  • Onda verde per gli autobus con sincronizzazione semaforica;
  • Servizio bici comunali;
  • Segnaletica luminosa ai passaggi a livello per incentivare lo spegnimento delle automobili;
  • Aumentare le aree ciclopedonali permanenti (ZTL);
  • Zona 30Km/h;
  • Revisione viabilità in prossimità dei passaggi a livello;
  • Sostituzione dei portabici con sistemi antifurto più sicuri;
  • Creazione di aree ciclopedonali temporanee nei pressi delle scuole;
  • Inserimento start and stop sugli autobus;
  • Valutare esperienza di San Diego – portabici sugli autobus (in particolare extraurbani);
  • Revisione delle spese di trasporto;
  • Implementare car-sharing (Modello car2go);
  • Priorità negli investimenti al traffico ciclabile.

Comunità: la condivisione è alla base del ritorno ad un’esistenza basata sulla felicità. In un momento in cui la società è così frammentata, c’è anche la necessità di poter ristabilire un rapporto umano nell’ottica di sollevarci l’un l’altro delle incombenze di tutti i giorni.

  • Ciclo-bus;
  • Pedi-bus;
  • Work-bus;
  • Car-sharing tra privati;
  • Incentivazione di flessibilità (lavorativa) per chi cambia sistema di mobilità;
  • Integrare il sistema Jungo, generando anche i punti di imbarco riconosciuti;
  • App per gestire gli spostamenti (+ o -) non abitudinari in modo da facilitare e velocizzare gli spostamenti in car-pooling;
  • Incentivare e gestire esperienze di car-pooling lavorativo.

 

Share Button

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com